I suldati di l'amore
E case quadretti accuculate, Risonanu
Di tanti stinti paisani Quassù
Luce a speranza incù iste paghjelle
Ch'ellu sia palesu u stintu di u paese.

U pussibule hè omu chi u si face
È u crede hè a spirenza a più forte
Basta ad esse da zitellu
È s'incammina l'armunia, ver di a libertà

Omu ùn po scappà da ciò ch'ellu sogna
Ancu sè quessu u sognu Pare aspru è luntanu .

Aldilà ogni intravata,
sarà st'amore campatu
È à l'urige di u sacratu
In l'abissu di a to storia
Omu sempri li to ochji
varcatoghji

Quandi u sonu di a paghjella
Permetti di francà
È u madrigale di fà Attu

Paroddi : M.-C. Bartolini 1984
Mùsica : A. Tramini 1999