Missaghju populariu
Aldilà di a nostra tarra, ind'un spaziu di virdura
Dùve l'omu hà spusatu, u spiritu è a natura,

Un paesi hà francàtu u mari, à l'assaltu di i nostri muntagni
Hà purtatu u so missaghju, cù u sbiru navrighaghju

Si so visti tant'omi armati, tant'animi sacrificati
Pà u rispettu di l'antenàtu, gloria di u nostru passatu.
Tutti sott'à l'opprissioni, di i populi suprani
Cù u focu di a nazioni, tutti contr'à u capitali,


S'imbiddiscini i populi, cantendu lotta populara
Quandu u svegliu ardenti di l'omi,diventa sumènta di ssa tarra


 

Tandu nasci a verità, cù l'aiutu di a fraternità
Tradizioni ritruvata, pà tutti i minurità

Si so visti tant'omi armati, tant'animi sacrificati
Pà u rispettu di l'antenatu, gloria di u nostru passatu.
Cù u sonu di a caramusa, hà viaghjata à me musa,
Versu i diserti naturali, di l'animi chi so murtali
Corri sempri a surghjenti, indi pozzi di a menti
Dicendu à l'omi pà sempri :
A libertà chi canta, hè un paesi chi campa !

 

Paroddi è mùsica :Antoni Tramini 1996